UE: SINDACATI, RIFORMA ORTOFRUTTA RISULTATO ECCELLENTE PER ITALIA
UE: SINDACATI, RIFORMA ORTOFRUTTA RISULTATO ECCELLENTE PER ITALIA

Roma, 12 giu. - (Adnkronos/Labitalia) - 'Un risultato eccellente per il nostro Paese''. Cosi' i sindacati italiani dei lavoratori agricoli, Flai Cgil, Uila Uil e Fai Cisl, giudicano le decisioni sulla riforma dell'ortofrutta prese dal Consiglio dei ministri europei, riunito in Lussemburgo ieri e oggi. ''Dall'etichettatura alla rintracciabilita', dal riconoscimento del lavoro buono e di qualita', al quale condizionare gli aiuti, ai fondi per la prevenzione e gestione delle crisi, dalla gradualita' del disaccoppiamento (5 e 4 anni a seconda di coltivazioni pluriennali e annuali) alla gestione delegata agli Stati membri del disposto previsto dalla O.c.m., non possiamo che considerare il risultato -dicono i sindacati- eccellente per il nostro Paese. Il testo del compromesso europeo -proseguono- coglie in pieno le proposte e aspettative del sindacato italiano, del resto gia' presenti nel documento del governo scaturito dal confronto di marzo tenutosi a Palazzo Chigi''.

Ma i sindacati invitano anche a ''dare poco spazio all'euforia'' e preparare invece ''il confronto che si aprira' nel paese per la gestione della riforma che diventera' operativa entro il 1 novembre 2007''. ''L'avere evitato lo scenario catastrofico che si sarebbe determinato a seguito della proposta della Fischer Boel -concludono- ci permette di creare le condizioni per il rilancio della filiera ortofrutticola italiana, dalla produzione alla trasformazione, tutelando l'occupazione ed evitando i disastri delle O.c.m. precedenti come quella dello zucchero. Dovranno comunque essere superate le attuali posizioni corporative tese a fare cassa, impegnandosi per una gestione condivisa del rilancio dell'agroalimentare, riconoscendo pari dignita' a tutti i soggetti della filiera, compreso il lavoro dipendente''.

(Lab/Pn/Adnkronos)