ANZIANI: ENTRO 10 ANNI MALATTIE RESPIRATORIE PRIMO 'KILLER' ITALIANI OVER 65
ANZIANI: ENTRO 10 ANNI MALATTIE RESPIRATORIE PRIMO 'KILLER' ITALIANI OVER 65
L'ESPERTO, INQUINAMENTO E STILI DI VITA SBAGLIATI TRA LE CAUSE

Roma, 18 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Saranno le malattie respiratorie, nei prossimi dieci anni, a rappresentare la prima causa di morte per gli over 65 italiani. Non solo disabilit, patologie vascolari e demenze, quindi. Ma anche disturbi della respirazione causati dai 'disastri' ambientali frequentissimi e dagli stili di vita non sempre corretti. A lanciare l'allarme Vincenzo Marigliano, direttore del Dipartimento di Scienze dell'invecchiamento del Policlinico Umberto I di Roma e presidente del II Congresso nazionale della Fimeg (Federazione italiana di medicina geriatrica), che ha preso il via oggi nella Capitale.

"Le insufficienze respiratorie - ha sottolineato Marigliano - saranno il vero grande ostacolo del futuro. Entro dieci anni, infatti, queste malattie rappresenteranno la prima causa di morte per i nostri anziani". Sotto accusa l'inquinamento ambientale, le polveri sottili e lo smog. Ma anche stili di vita sbagliati, come l'eccessivo consumo di alcol o la dipendenza dal fumo. Per non parlare dell'abbandono della dieta mediterranea, considerata tuttora la migliore, ma ormai scarsamente seguita dagli italiani.

"Il nostro genoma - ha spiegato l'esperto - sarebbe in grado di tenere in vita un essere umano fino a 120 anni, ma non si fa tutto il possibile per mantenere questa aspettativa di vita. Eppure con le tecniche moderne a nostra disposizione si potrebbe fare molto". Tecniche a parte, servirebbe poco per allontanare lo spettro delle malattie. "Basterebbe - aggiunge l'esperto - svolgere un'attivit fisica, anche ridotta, per aiutare il nostro corpo a vivere pi a lungo". (segue)

(Sal/Pe/Adnkronos)