BOLOGNA: NOE' (UDC), RESPONSABILITA' MOSTRA BLASFEMA E' DI TUTTI I PATROCINANTI
BOLOGNA: NOE' (UDC), RESPONSABILITA' MOSTRA BLASFEMA E' DI TUTTI I PATROCINANTI

Bologna, 18 giu. - (Adnkronos) - "E' grave che oggi il sindaco, in riferimento allo spettacolo 'La madonna piange sperma' parli di 'inaccettabile volgarit' scaricando tutta la responsabilit all'autonomia del quartiere San Vitale e affermando che 'alcuni filtri non hanno funzionato'". Lo afferma il consigliere comunale de 'La tua Bologna' e capogruppo dell'Udc in Regione Emilia Romagna, Silvia No, riferendosi alle parole di condanna pronunciate dal primo cittadino di Bologna, Sergio Cofferati. Per No, infatti, "in questa storia in realt c' una responsabilit solidale di tutti i patrocinanti quindi anche del Comune ed meglio che ognuno parli per s".

"Bisogna invece prendere atto - osserva No - che nel nostro comune ci sono stati una serie di eventi intenzionali: il Gender Bender, la statua di Moana Pozzi nel presepe, le offese alla Madonna di San Luca fino all’ultima performance, che rappresentano un chiaro segnale di deriva culturale tendente alla ricerca di uno scontro con la Chiesa Cattolica".

"Ecco perch - spiega infine - oggi, iniseme ai colleghi de 'La Tua Bologna', abbiamo presentato un ordine del giorno che impegni ogni livello istituzionale, che ha patrocinato l'iniziativa, ad assumersi le proprie responsabilit e a verificare se esistano altre manifestazioni patrocinate da quartieri e comune, in contrasto con la necessaria etica e moralit, affinch vengano cancellate".

(Mem/Pn/Adnkronos)