CARCERI: A NUORO DETENUTO SI CUCE BOCCA, CESSATA PROTESTA
CARCERI: A NUORO DETENUTO SI CUCE BOCCA, CESSATA PROTESTA

Nuoro, 18 giu. - (Adnkronos) - Il detenuto Alessandro Bozza, protagonista stamane di una clamorosa azione di protesta, nel corso della quale si cucito la bocca con un punto di sutura, ha accettato di rivedere “l’intransigente atteggiamento di attuare lo sciopero della fame e della sete a oltranza”. Lo rende noto la consigliera regionale della Sardegna Maria Grazia Caligaris (Sdi-RnP), segretaria della Commissione “Diritti Civili” che, dopo aver ricevuto una “drammatica” lettera del detenuto, intervenuta per sbloccare la grave situazione di tensione creatasi nel carcere nuorese.

L’immediato interessamento dei responsabili della struttura carceraria e della magistratura di sorveglianza ha convinto Alessandro Bozza a desistere dalla manifestazione di protesta. Del suo caso stato informato il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

(Rag/Pe/Adnkronos)