EMILIA ROMAGNA: CIRCA 2000 I RIFUGIATI E RICHIEDENTI ASILO (2)
EMILIA ROMAGNA: CIRCA 2000 I RIFUGIATI E RICHIEDENTI ASILO (2)
DAPPORTO, NECESSARIO SISTEMA DI RIPARTIZIONE REGIONALE DEI FONDI

(Adnkronos) - Ci sono poi persone che non risultano n all'interno dei dati delle Questure, n agli sportelli per stranieri: all'interno della regione molti rifugiati, con cui non sempre facile stabilire un contatto, vivono in una scomoda situazione di invisibilit, costretti a lavori in nero e soluzioni abitative emergenziali. Una situazione estremamente complessa di cui si parler domani, marted 19 giugno, a Parma (Palazzo della Provincia), a partire dalle 10, con la presentazione della ricerca 'Richiedenti asilo, rifugiati e titolari di protezione umanitaria in Emilia-Romagna. L'accoglienza oltre i progetti Sprar'.

"Uno dei suggerimenti pi importanti che viene da quest'indagine - sottolinea Anna Maria Dapporto, assessore regionale alla Promozione delle politiche sociali e immigrazione - proprio l'assoluta necessit di prevedere modalit anche innovative di incontro e di comunicazione con quelle persone che oggi non si rivolgono agli sportelli per stranieri e restano davvero 'invisibili'. La Regione continuer a fare la sua parte, con un'attenzione particolare verso coloro che non trovano risposte adeguate ai propri bisogni. In quest'ottica - ricorda l'assessore - abbiamo proposto al Governo di passare dal bando annuale di finanziamento dei progetti Sparar a un sistema di ripartizione regionale dei fondi: ci darebbe maggiore stabilit agli interventi".

(Mem/Col/Adnkronos)