** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (42)
** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (42)

(Adnkronos/Ign) –

ELETTRICITA': DA 1 LUGLIO LIBERI DI SCEGLIERE FORNITORE (3)

Tra le misure introdotte nel dl e' previsto anche, che i clienti domestici e le pmi che non scelgono un nuovo fornitore sul mercato libero, potranno ''continuare a beneficiare delle attuali condizioni del servizio e, quindi, delle economie di scala derivanti dall'approvvigionamento tramite Acquirente Unico''. In questo ambito sono fatti salvi i poteri di vigilanza e di intervento ex post dell'Authority ''a tutela dei diritti degli utenti, anche nei casi di verificati e ingiustificati aumento dei prezzi e alterazioni delle condizioni del servizio per i clienti che non hanno ancora esercitato il diritto di scelta''.

Agli altri clienti non domestici che non scelgono un nuovo fornitore di energia elettrica e a chi transitoriamente dovesse rimanere senza fornitore ''e' assicurato il servizio di salvaguardia, a tutela della continuita' della fornitura''. Questo servizio, si precisa nel Dl, ''sara' temporaneamente svolto dalle imprese di distribuzione o dalle loro societa' di vendita, ma al piu' presto il ministero dello Sviluppo economico individuera' i fornitori attraverso procedure concorsuali. I criteri di organizzazione del nuovo servizio saranno tali da incentivare le imprese a rientrare nel mercato in poco tempo, utilizzando, quindi la salvaguardia solo come servizio temporaneo''.

Nel dl e' previsto l'obbligo di separazione societaria tra l'attivita' di vendita e l'attivita' di distribuzione per le imprese di distribuzione con almeno 100 mila clienti finali che svolgono al 30 giugno 2007 l'attivita' di vendita di energia elettrica in forma integrata. Il decreto, in particolare, stabilisce che ''le imprese di distribuzione di energia elettrica che svolgono in forma integrata attivita' di vendita di energia elettrica debbano costituire entro 180 giorni dall'entrata in vigore del decreto stesso, una o piu' societa' per azioni alle quali trasferiscono i beni e i rapporti, le attivita' e le passivita' relativi alla vendita''. (segue)

(Ign/Gs/Adnkronos)