OMICIDIO FORTUGNO: LAGANA', FACCIA RIFLETTERE (2)
OMICIDIO FORTUGNO: LAGANA', FACCIA RIFLETTERE (2)

(Adnkronos) - Successivamente Lagan ha commentato la presenza dell'illegalit nella stessa politica: "Bisogna effettuare un’epurazione gi durante la formazione delle liste elettorali. Noi come commissione antimafia abbiamo approvato un codice etico, gi in vigore alle scorse amministrative, sul quale devono vigilare prefetture, questure e commissariati in modo da intervenire in caso di qualche infiltrazione. Al secondo posto - ha proseguito Lagan - metterei la certezza della pena. I cittadini hanno bisogno di sapere che per essere garantiti non occorre la pena di morte. Basta che sappiano che se qualcuno entra in casa loro a rubare o a commettere altri reati, una volta arrestato ci sia la certezza che sconti la pena adeguata fino all’ultimo secondo".

“Avendo avuto un padre deputato qualcosa di questo mondo gi conoscevo. Devo dire, comunque, che il panorama politico non lo stesso di quello di trent’anni fa. Secondo me, e cos mi attiro l’ira di qualche collega, credo sia peggiorato dal punto di vista della qualit. Sia chiaro che mi ci metto dentro anch’io. Forse, per - ha aggiunto - una volta il ‘palazzo’ era pi rigido e distante di adesso".

Infine un commento sulla difficolt delle sue scelte: "Ho ricevuto tre minacce di morte. L’ultima lettera mi pervenuta lo scorso 30 maggio, giorno dell’inizio del processo per l’omicidio di mio marito. Tutte lettere sono arrivate per posta a casa mia. Guarda caso in perfetta coincidenza con il mio arrivo in Calabria. Evidentemente - ha concluso - l’autore conosce bene i miei movimenti".

(Fto/Zn/Adnkronos)