PEDOFILIA: 'FERMIAMO GLI ORCHI', AN IN CAMPO CONTRO IL 'BOY LOVE DAY'
PEDOFILIA: 'FERMIAMO GLI ORCHI', AN IN CAMPO CONTRO IL 'BOY LOVE DAY'

Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - "Dobbiamo dar voce alle vittime di questo grande problema. Rivolgiamo l'appello non solo ai simpatizzanti di Alleanza nazionale ma a tutti i partiti, per raccogliere una forte partecipazione all'iniziativa del 22 giugno a difesa dei diritti dei minori, contro l'iniziativa di tutela dell'orgoglio pedofilo". Con queste parole Gianni Alemanno ha annunciato l'iniziativa organizzata a Roma da An per il 22 giugno, "Fermiamo gli orchi", manifestazione di protesta contro la giornata dell'orgoglio pedofilo. L'iniziativa stata illustrata questa mattina dall'ex ministro delle Politiche agricole, dalla coordinatrice nazionale del dipartimento delle pari opportunit di An Barbara Saltamartini e dalla responsabile dell'ufficio nazionale di An per i problemi dei minori Roberta Angelilli.

"Purtroppo il 23 giugno verr celebrata su internet la giornata dell'orgoglio pedofilo. Un'iniziativa vergognosa contro la quale le donne di An hanno inteso promuovere una giornata di mobilitazione che culminer il 22 giugno in largo Goldoni, per una grande manifestazione di sensibilizzazione per rispondere al nostro appello". Queste le parole di Barbara Saltamartini, che ha poi aggiunto: "La pedopornografia un fenomeno molto vasto e noi non possiamo pi stare in silenzio, noi dobbiamo intervenire in favore dei nostri bambini, dei nostri minori, del nostro futuro".

"An - ha continuato Saltamartini - ha sviluppato una serie di priorit che sottolineano la necessit di uno sforzo internazionale. Questa settimana sono partite molte iniziative in tutta la nazione per raccogliere firme per la nostra petizione. Abbiamo gi ricevuto numerose adesioni, da tutto il corpo di An ma non solo, il 22 giugno sar presente anche don Di Noto dell'associazione Meter, che testimonier il suo impegno contro la pedofilia e la sua vicinanza alla politica come mezzo necessario per arginare il pericolo. Politica che proprio su questo argomento latitante: infatti ancora ferma l'istituzione dell'Osservatorio nazionale per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile, decretato con la legge 38 del 2006". (segue)

(Fto/Pe/Adnkronos)