ROMA: AN, ATTI DI VANDALISMO DURANTE OCCUPAZIONE ACTION IN III MUNICIPIO
ROMA: AN, ATTI DI VANDALISMO DURANTE OCCUPAZIONE ACTION IN III MUNICIPIO

Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - "Durante l’occupazione del III municipio da parte dei militanti di Action, sono stati compiuti gravi atti di vandalismo e di oltraggio all’Istituzione. stato impedito ai lavoratori del municipio e ai consiglieri di svolgere il proprio lavoro e soprattutto stato bloccato ai cittadini l’accesso a servizi ed uffici". quanto dichiarano Gianni Del Prete, Alfredo Bruno, Angelo Gizzi e Emma Perrelli, consiglieri di An al III municipio di Roma.

"Abbiamo presentato - proseguono i consiglieri di An - quattro emendamenti con i quali impegnare la giunta municipale a incaricare l’avvocatura competente per procedere alle richieste di risarcimento dei danni; trattenere eventuali fondi destinati all’associazione Abitare in Action in attesa di accertare la responsabilit della stessa per i fatti accaduti; redigere un inventario dei danni e dei furti subiti; richiedere con immediatezza al sindaco di Roma il personale per garantire l’apertura costante dello sportello per l’emergenza abitativa. I suddetti emendamenti sono stati totalmente respinti dalla maggioranza di centrosinistra che ha dimostrato di voler minimizzare l’accaduto. I consiglieri di maggioranza, per - proseguono i consiglieri di An - dovrebbero ricordare che ad aprire le porte ai militanti di Action stato proprio il centrosinistra che ha affidato all’associazione lo sportello per l’emergenza abitativa. Ora, invece, la sinistra fa finta di nulla ed oltre a scaricare gli attivisti di Action, perch evidentemente non pi utili al loro tornaconto elettorale, scaricano sui cittadini le spese per i danni subiti dal municipio".

"Alleanza nazionale - concludono - non pu accettare quest’atteggiamento irresponsabile e si gi attivata affinch non solo i responsabili paghino, ma soprattutto affinch i cittadini non abbiamo a caricarsi delle ulteriori spese dovute dallo sciagurato gesto dei militanti di Action e dal colpevole silenzio dell’amministrazione del III municipio".

(Laf/Col/Adnkronos)