TERRORISMO: CASO BAGNASCO, AL VIA INCIDENTE PROBATORIO SU BUSTA LIOCE
TERRORISMO: CASO BAGNASCO, AL VIA INCIDENTE PROBATORIO SU BUSTA LIOCE
LEGALI, 'SPERAVAMO SI POTESSE CONCLUDERE TUTTO SUBITO'

L'Aquila, 18 giu. - (Adnkronos) - Al via l'incidente probatorio sulla busta sequestrata alla terrorista rossa Nadia Desdemona Lioce, detenuta nel carcere dell'Aquila per gli omicidi di Massimo D'Antona e Marco Biagi e ora indagata dalla procura del capoluogo abruzzese per le intimidazioni al presidente della Cei e arcivescovo di Genova mons. Angelo Bagnasco. La cella della Lioce stata perquisita due mesi fa dalla polizia penitenziaria che ha trovato e sequestrato una busta con poche righe ritenute compromettenti. L'ex terrorista si per subito dichiarata estranea al caso Bagnasco, dichiarando in una lettera inviata al Tribunale del Riesame di ''disconoscere qualunque attribuzione surrettizia a me personalmente o all'organizzazione a cui appartengo, di contenuti piu' o meno politici estranei alla linea politica'' delle Br.

''Oggi c' stata la prima udienza dell'incidente probatorio - hanno riferito all'ADNKRONOS le legali di Nadia Lioce, Caterina Calia e Carla Serra - Noi speravamo che si potesse chiarire tutto subito, purtroppo non stato cosi'. La busta sequestrata e' stata depositata ed quindi stata respinta l'istanza della difesa che aveva chiesto una verifica immediata. In questo modo si sarebbe potuto fare un raffronto. Ma il gip oggi non ha avuto nemmeno la curiosit di vedere la busta. Ha voluto mandare avanti l'inchiesta. All'udienza mancava anche il pm titolare delle indagini il dottor Rossini che ha mandato un sostituto''.

''Durante l'udienza abbiamo fatto presente - hanno aggiunto - che eravamo state contattate da un volontario dell'associazione don Vasco Nencioni che ci aveva detto che era stato lui a portare queste buste in carcere''. Il gip Giansaverio Cappa, hanno spiegato le legali, ha nominato perito del Tribunale ''un funzionario della Polizia Scientifica di Roma''. ''Le operazioni peritali - hanno aggiunto - inizieranno il 21 giugno a Roma, in via Tuscolana, nella sede della Polizia scientifica e dureranno novanta giorni''. Perito della difesa invece Antonio D'Arienzo.

(Zab/Zn/Adnkronos)