GAY PRIDE: BINDI, BASTA CON LE PIAZZE CONTRAPPOSTE
GAY PRIDE: BINDI, BASTA CON LE PIAZZE CONTRAPPOSTE
PIATTAFORMA PER MATRIMONIO OMOSESSUALE E' IRRICEVIBILE

Roma, 18 giu. (Adnkronos) - "Ora basta con le piazze contrapposte". E' la raccomandazione che il ministro della Famiglia, Rosy Bindi, rivolge in particolare agli esponenti della maggioranza, che sono tornati a dividersi sulla partecipazione al Gay Pride e sul patrocinio che il governo ha concesso alla manifestazione. "La piattaforma per il matrimonio omosessuale irricevibile -commenta il ministro rispondendo alla principale richiesta emersa dal corteo di sabato- ma ci non toglie che non condivido neppure la posizione del ministro Mastella", che continua a porre il veto assoluto sull'approvazione dei Dico. "Non condivido affatto -commenta Bindi- e credo che se si fosse andati avanti con serenit, senza impiccarsi ad una formula e senza lanciare anatemi, la manifestazione dell'altro ieri avrebbe avuto altri obiettivi".

Tra gli esponenti della maggioranza che si sono messi di traverso, il ministro della famiglia inserisce il presidente della commissione Giustizia del Senato, Cesare Salvi, che "per mania di protagonismo ha le sue responsabilit. Ci sarebbe voluta pi saggezza -dice ancora riferendosi al confronto sul ddl per le coppie di fatto- cercando di trovare una mediazione, invece di gridare contro i Dico o rivendicare pi Dico". Rosy Bindi ce l'ha soprattutto "con chi strumentalizza questi delicatissimi temi etici per fini politici. Se non si vogliono piazze come quelle del Gay Pride, basterebbe avere pi equilibrio e comprensione", "...chi sta al governo -conclude il ministro della Famiglia- non dovrebbe andare a nessun corteo".

(Pol/Col/Adnkronos)