GIUSTIZIA: CONSOLO (AN) A MASTELLA, IPOTIZZARE TERZA VIA
GIUSTIZIA: CONSOLO (AN) A MASTELLA, IPOTIZZARE TERZA VIA
RELEGARE NEL DIMENTICATOIO PROVVEDIMENTO SULLE INTERCETTAZIONI

Roma, 18 giu. (Adnkronos) – ‘’Il ministro Mastella, parlando oggi di riforma dell'Ordinamento giudiziario, fa solo due ipotesi. La prima che vi sia una totale intesa bipartisan tra maggioranza ed opposizione e la seconda che vi sia, da parte ovviamente della sola opposizione, un atteggiamento ostile ed ostruzionistico, che spingerebbe il Guardasigilli a chiedere la fiducia sul provvedimento. Perche’, invece, non ipotizzare una terza via, quella cioe’ di salvare buona parte della riforma Castelli attuando cosi’ quelle norme in materia di giustizia frutto di tre anni di dibattito parlamentare? Possibile che debba tradursi tutto in scontro politico per accontentare, forse, quella parte minoritaria della magistratura da sempre ostile alla riforma dell'Ordinamento giudiziario?’’. Lo dichiara Giuseppe Consolo, capogruppo per Alleanza nazionale in Commissione Giustizia alla Camera.

‘’Se proprio vuole parlare di porre la fiducia in materia di giustizia - prosegue l’esponente del partito di via della Scrofa - il Guardasigilli potrebbe pensare di rivolgere la sua attenzione ad altri e piu’ delicati temi, quali quello delle intercettazioni della cui approvazione da parte del Senato, pur occupando l'argomento da giorni le prime pagine dei giornali, inspiegabilmente non si parla piu’. Mah –taglia corto Consolo- sono proprio i misteri della politica’’.

(Rre/Pe/Adnkronos)