INTERCETTAZIONI: MASTELLA DIFENDE MAGISTRATI, DI PIETRO TEME 'INCIUCIO' (8)
INTERCETTAZIONI: MASTELLA DIFENDE MAGISTRATI, DI PIETRO TEME 'INCIUCIO' (8)
ROTONDI, MODESTA REPLICA TANGENTOPOLI FATTA DI FANGO E BUGIE

(Adnkronos) - Il vicesegretario dell'Udc, Erminia Mazzoni, mette in evidenza che ''sull'ordinamento giudiziario non pesa tanto l'agenda parlamentare, ma l'assenza di una volonta' politica autonoma''. ''Il problema non e' infatti come fare la riforma ma chi deve fare la riforma. L'ennesimo sciopero annunciato dall'Anm -denuncia Mazzoni- si presenta come un grave aut aut al Governo''. ''Non sono particolarmente appassionata allo schema proposto della staffetta tra ordinamento ed intercettazioni''.

''Credo che su entrambi i provvedimenti -insiste Mazzoni- la politica dovrebbe recuperare il proprio potere di decisione e esercitarlo libera da condizionamenti''. E il centrista Francesco Pionati aggiunge: ''Una legge che impedisca il continuo avvelenamento del clima politico non e' una legge in difesa della classe politica, ma della dignita' di un Paese che e' l'unico in Europa a utilizzare i colpi bassi, le gogne mediatiche e la giustizia parallela per fare lotta politica''.

''Quel che accade in questi giorni -avverte Pionati- dimostra che nessuno e' immune dalle conseguenze devastanti di questo modo di fare. Alla fine tutto questo ha un effetto destabilizzante perche' spegne ogni fiducia della gente nelle istituzioni. La domanda e': a chi conviene?''. Secco il commento di Gianfranco Rotondi: ''Tangentopoli fu la Canzonissima della demagogia, questa replica e' un modesto festival di fango e bugie'', chiosa il segretario della Democrazia cristiana delle autonomie.

(Pol-Leb/Pn/Adnkronos)