SOCIALISTI: ROBILOTTA, NO A COSTITUENTE PER FARE IL PSIUP
SOCIALISTI: ROBILOTTA, NO A COSTITUENTE PER FARE IL PSIUP

Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - "E' del tutto evidente che la costituente socialista lanciata da Boselli, inserita all’interno del cantiere della sinistra che non si riconosce nel partito Democratico, rischia soltanto di dar vita ad un nuovo Psiup.". E' quanto dichiara Donato Robilotta, capogruppo alla regione Lazio dei socialisti riformisti.

Prosegue Robilotta: "Noi avremmo bisogno di una forza liberal socialista e riformista in grado di dare una spallata all’attuale sistema bipolare, partendo dalla caduta del governo Prodi, per dar vita ad un governo che possa varare due tre riforme strutturali utili all’Italia: pensioni, welfare e nuova legge elettorale sul modello tedesco".

"Peccato che il mio vecchio amico Gianni De Michelis - conclude il capogruppo alla regione Lazio dei socialisti riformisti- abbia deciso di aderire alla costituente dello Sdi e di sostenere dunque l’Unione guidata da Prodi.Almeno De Michelis chieda a Boselli di uscire dal Governo e dalla maggioranza dell’Unione come condizione per aderire alla costituente, e collochi questo cantiere alla destra del Partito Democratico ed alla sinistra di Forza Italia e della Cdl per contribuire a costruire anche in italia un moderno e nuovo centro-sinistra di stampa europeo".

(Asc/Zn/Adnkronos)