BNL-UNIPOL: RICUCCI A 'MATRIX', ORA DIMENTICATEMI (2)
BNL-UNIPOL: RICUCCI A 'MATRIX', ORA DIMENTICATEMI (2)
BPI CON ME CI HA SOLO GUADAGNATO, E LE CARTE LO DIMOSTRANO

(Adnkronos) - ''Ho cominciato a 19 anni con un affidamento di 20 milioni per un'operazione immobiliare a San Cesareo, il paese dove ho vissuto da quando avevo sei anni fino ai 23-24'', ha raccontato Stefano Ricucci, vestito blu e camicia nera, sguardo dritto nella telecamera e qualche concessione al romanesco. Poi ha scherzato: ''Per questo mi d fastidio quando mi chiamano 'l'imprenditore di Zagarolo'... Io a Zagarolo non ci ho mai vissuto. Ho vissuto a Roma, poi a San Cesareo, quindi di nuovo a Roma... Al limite mi potrebbero chiamare 'l'imprenditore di San Cesareo', . Che poi Zagarolo un paese bellissimo, anche piu' bello di San Cesareo... Ma i giornalisti mi chiamano cosi' per denigrarmi...''.

Una battuta Ricucci l'ha riservata al suo passato da odontotecnico: ''Lo rivendico - ha detto - Sono orgoglioso del diploma che ho preso al 'George Eastman'''. Quindi, il debutto nel primo salotto finanziario: ''Nel marzo del 2001 - ha ricordato l'imprenditore - nel 'salotto bresciano' costituito da Emilio Gnutti, quello di Hopa con 'l'acca'. C'erano le piu' grandi banche e i piu' grandi imprenditori d'Italia...''.

Poi i rapporti con il numero uno di Banca popolare di Lodi prima e Banca popolare italiana poi, Giampiero Fiorani. ''Non voglio entrare nel merito di quello che gli stato contestato - ha detto Ricucci - Finora i pm hanno fatto il loro dovere, ma loro sono l'accusa. Il merito ancora da valutare''. Certo, ha aggiunto, se gli illeciti dovessero rivelarsi veri, il comportamento del banchiere ''non sarebbe stato giusto'', ha ammesso Ricucci. D'altra parte, ha aggiunto, ''Bpi con me ha solo guadagnato. Le linee di credito che abbiamo avuto, ci sono state accordate a tassi anche superiori a quelli di mercato. E questo documentabile, ci sono gli estratti conto che parlano'''. (segue)

(Mig/Zn/Adnkronos)