ESERCITO: 'FESTA GENIO', ADDESTRAMENTO CONTRO ORDIGNI ESPLOSIVI IMPROVVISATI
ESERCITO: 'FESTA GENIO', ADDESTRAMENTO CONTRO ORDIGNI ESPLOSIVI IMPROVVISATI
ALLA PRESENZA DEL CAPO DI STATO MAGGIORE CECCHI

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Si conclusa la cerimonia con cui l’arma del Genio dell’Esercito italiano ha spento 232 candeline. L'evento si svolto presso la scuola del Genio, alla presenza del capo di stato maggiore dell’Esercito, il generale Filiberto Cecchi. Durante la cerimonia, stato presentato il centro di addestramento contro ostacolo dell’Esercito, una delle iniziative della forza armata nella lotta agli ordigni esplosivi improvvisati.

Presso il centro si tengono corsi di qualificazione per la bonifica da ordigni esplosivi per uomini e donne delle Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato. Secondo il Dipartimento della Difesa Usa, gli 'Ied' hanno causato circa l’80% delle perdite del personale statunitense impiegato nel teatro operativo iracheno dall’inizio delle operazioni. Per illustrare le capacit del centro, sono state effettuate delle dimostrazioni pratiche di intervento di specialisti artificieri dell’Esercito, attrezzati con strumentazioni tecniche all’avanguardia, ma anche con i cani.

Le attrezzature utilizzate comprendono, tra l’altro, degli apparati per l’ispezione radiografica degli Ied, dei rilevatori di vapori esplosivi e dei materiali per la protezione individuale del personale. Per l’occasione della ricorrenza, il generale Cecchi ha conferito la Medaglia d’Argento al valore dell’Esercito alla bandiera di guerra del 21 reggimento Genio guastatori per l’impegno durante l’operazione 'Antica Babilonia' svolta in Iraq. Nell’anno 2006 i genieri hanno effettuato in tutto il Paese 81 interventi contro l’abusivismo edilizio, oltre 300 in casi di pubblica calamit e 3.413 di bonifica da ordigni esplosivi.

(Sin/Pn/Adnkronos)