GIUSTIZIA: PROCURATORE PALERMO, ABOLIZIONE ERGASTOLO INCORAGGIA E RICOMPATTA MAFIA
GIUSTIZIA: PROCURATORE PALERMO, ABOLIZIONE ERGASTOLO INCORAGGIA E RICOMPATTA MAFIA
FRANCESCO MESSINEO, PENA A VITA E' UNICO DETERRENTE PER CRIMINALITA' ORGANIZZATA

Palermo, 22 giu. - (Adnkronos) - L'abolizione della pena all'ergastolo, cos come prevede la bozza della riforma del nuovo Codice penale, "incoraggia e ricompatta la mafia". Lo ha detto il procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, commentando uno dei punti della riforma del Codice penale. "Il quadro derivante dall'eventuale abolizione dell'ergastolo negativo -ha detto Messineo- se davvero abbiamo a cuore la lotta alla mafia, una prospettiva da accantonare e il solo fatto di parlarne incoraggia coloro che non hanno intenzione di pentirsi perch sperano in una possibile soluzione futura dei loro problemi giudiziari". "Naturalmente -ha detto Messineo- il potere legislativo pu fare tutte le scelte che vuole, me sono scelte che ci lasciano estremamente perplessi".

Poi, il capo del Pool antimadia di Palermo, pur sottolineando che "la mia opinione vale poco perch non sono un accademico", ha ribadito che l'abolizione della pena all'ergastolo "sarebbe un gravissimo errore in termini di contrasto alla criminalit organizzata. Per quanto ne sappiamo l'unico deterrente efficace contro la criminalit. E l'abolizione della prescrizione dell'ergastolo comporterebbe a scadenza pi o meno ravvicinata la scarcerazione di una serie di efferati criminali che ritornerebbero in circolazione con la possibilit non solo di una ripresa di una guerra di mafia, ma soprattutto di un effetto devastante per le vittime della mafia".

(Ter/Pn/Adnkronos)