INCIDENTI STRADALI: DI PIETRO, INASPRIRE LEGGI E AUMENTARE CONTROLLI
INCIDENTI STRADALI: DI PIETRO, INASPRIRE LEGGI E AUMENTARE CONTROLLI

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - In Italia '' assente una cultura della sicurezza stradale''. Ciclisti e pedoni ''vengono uccisi nelle grandi citt, un dato ormai acquisito come se fosse inevitabile''. E invece ''si possono e si devono certamente inasprire le leggi e operare maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine''. E' quanto afferma il minsitro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, ricordando l'incidente avvenuto ad Annico, in cui hanno perso la vita due sorelle e la figlia, mentre attraversavano la strada sulle striscie pedonali. ''Ieri successo a Annico, domani sar altrove, tutti i giorni muoiono persone sulle strade'', dice Di Pietro.

Secondo cui ''si possono e si devono certamente inasprire le leggi e operare maggiori controlli da parte delle forze dell’ordine. Queste azioni non serviranno per a nulla se non vi sar allo stesso tempo una presa di coscienza a livello nazionale del massacro che avviene sulle nostre strade. Migliaia di morti e decine di migliaia di feriti ogni anno sono una emergenza nazionale che va affrontata con determinazione''.

Su questo punto, assicura il ministro, ''mi far promotore come ministro delle Infrastrutture per un tavolo congiunto sulla sicurezza stradale con i diversi attori coinvolti: dal ministero dei Trasporti, al ministero dell’Istruzione, ai produttori di auto, ai media. Il mio ministero -aggiunge- sta gi avviando, comunque, una serie di misure per ridurre gli incidenti stradali sulle quali vi terr informati attraverso il blog. Tra queste, l’indirizzo all’Anas e ai concessionari autostradali di adeguare al pi presto il manto stradale con asfalto auto drenante che permette una visibilit nettamente migliore in caso di pioggia con la riduzione degli incidenti''.

(Sec-Sim/Ct/Adnkronos)