** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (34)
** NOTIZIARIO SERVIZI PUBBLICI ** (34)

(Adnkronos/Ign) –

TRASPORTI: LAZIO- COTRAL, DAL 1 LUGLIO RINCARI PER BIGLIETTI E ABBONAMENTI

"La vita e' movimento. E' giunto il momento di adeguarsi". Questo il titolo della campagna di comunicazione che Cotral ha predisposto in questi giorni per informare tutti i suoi passeggeri dell'adeguamento tariffario ad 1 euro del biglietto ordinario, in vigore dal 1 luglio 2007.

La Cotral, sebbene i costi sostenuti non coperti dagli adeguamenti Istat di questi anni, ha mantenuto inalterate le proprie tariffe per ben 12 anni, diversamente da quanto fatto da tutte le altre societa' di trasporto in Italia. I vecchi biglietti non saranno quindi piu' validi. Per cambiarli ci sara' tempo fino al 31 ottobre 2007. I clienti potranno sostituire i vecchi biglietti, pagando solo la differenza, e acquistare quelli nuovi negli oltre 2.500 esercizi commerciali dislocati nel Lazio.

Come per il biglietto ordinario che passera' da 0,77 euro a 1 euro, anche per tutte le altre tariffe che sono divise per tratte chilometriche ci saranno delle lievi variazioni. Il biglietto del collegamento Roma - Fiumicino Aeroporto passera' da 3,60 euro a 4,50. Il biglietto acquistato a bordo dei bus passera' da 5,00 euro a 7,00.

Le opzioni tariffarie sono molto articolate per quanto riguarda sia i biglietti ordinari, giornalieri o plurigiornalieri, sia gli abbonamenti mensili e annuali. Le maggiori differenze riguardano la flessibilita' dell'offerta, che puo' risultare piu' o meno ampia rispetto alle esigenze dei passeggeri, e le categorie alle quali vengono proposte soluzioni, riduzioni e agevolazioni.

La riduzione dal 50% al 70% del costo del biglietto e' data dai seguenti motivi: privi di vista con cecita' assoluta o residuo visivo non superiore a 1 decimo; sordomuti; mutilati ed invalidi per servizio; inabili, invalidi civili del lavoro (capacita' lavorativa ridotta, permanente, inferiore al 50%); ultrassesantacinquenni; pensionato con trattamento economico non superiore al minimo Inps; disoccupati, lavoratori in cassa integrazione, guadagni e lavoratori in mobilita'. (segue)

(Ign/Gs/Adnkronos)