PERUGIA: GIOVANE IN OVERDOSE DOPO ASSUNZIONE DROGA, ARRESTATO SPACCIATORE
PERUGIA: GIOVANE IN OVERDOSE DOPO ASSUNZIONE DROGA, ARRESTATO SPACCIATORE

Perugia, 22 giu. - (Adnkronos) - E' accusato di aver ceduto la dose di droga che, il 15 giugno scorso, provoco' l'overdose di un giovane diciottenne di Gubbio, un tunisino di 42 anni, C.A.B., pluripregiudicato, arrestato nella tarda serata di ieri dai carabinieri della Compagnia di Gubbio. Il giovane, in seguito all'overdose, era entrato in coma e si trova tuttora ricoverato in ospedale anche se le sue condizioni sono in lento miglioramento. In seguito a quel fatto i militari avevano attivato una minuziosa attivita' di indagine andando a scavare sulla vita e sulle frequentazioni del diciottenne. Indagine che ha portato all'identificazione del tunisino. Ieri sera, intorno alla mezzanotte, i militari di Gubbio, in collaborazione con i colleghi di Perugia, hanno fatto irruzione nella casa dello straniero, nella zona della stazione ferroviaria di Perugia.

Bloccato, e' stato denuciato per spaccio di sostanze stupefacenti e morte o lesione come conseguenza dello spaccio. Dalle indagini e' merso, inoltre, che a carico dello straniero c'era una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Perugia nell'ottobre del 2006, nell'ambito dell'indagine antidroga dei carabinieri del Comando Provinciale del capoluogo umbro denominata 'Santa Lucia' e che porto' all'arresto di oltre 50 persone. Durante la perquisizione domiciliare i militari hanno rinvenuto allo straniero sostanza di tipo mannite, un bilancino di precisione e pezzi di cellophane utilizzati per il confezionamento della droga.

(Anr/Pn/Adnkronos)