RICERCA: STUDIO SVEDESE, PRIMOGENITI PIU' INTELLIGENTI DI FRATELLI PIU' PICCOLI
RICERCA: STUDIO SVEDESE, PRIMOGENITI PIU' INTELLIGENTI DI FRATELLI PIU' PICCOLI
MOTIVI DA RICONDURRE NON A FATTORI GENETICI MA AMBIENTALI

Roma, 22 giu. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Chi nasce prima pi intelligente, almeno fra i fratelli di una stessa famiglia. Lo ha scoperto un team di epidemiologi norvegesi, che ha misurato lo stato di salute, le condizioni familiari e soprattutto il quoziente intellettivo (Qi) di oltre 240 mila giovani maschi tra i 18 e 19 anni. I risultati dei loro studi appariranno sulla rivista 'Science and Intelligence'.

Petter Kristensen e Tor Bjerkedal dell'universit di Oslo e del Norwegian Armed Forces Medical Services, i due principali autori della ricerca, hanno rilevato che i giovani con un fratello minore vantano un Qi superiore, mediamente del 3%, rispetto al loro 'piccolo parente'. Un numero non altissimo, ma significativo secondo gli studiosi, che spiegano come questo fenomeno sia dovuto all'ambiente familiare in cui i piccoli crescono e non tanto a fattori genetici. A fare la differenza non tanto l'essere il fratello pi grande, ma crescere come tale: il primogenito 'emerge' rispetto agli altri anche perche' e' costretto a far ai minori da guida e cos impara a organizzare e elaborare meglio il pensiero.

(Sal/Gs/Adnkronos)