ROMA: CASSAZIONE SU OMICIDIO NAGHDI, NUOVO PROCESSO D'APPELLO
ROMA: CASSAZIONE SU OMICIDIO NAGHDI, NUOVO PROCESSO D'APPELLO
IL LEADER DEL CNRI FU UCCISO A ROMA NEL '93

Roma, 22 giu. (Adnkronos) - Ci sar un nuovo processo d'appello per l'omicidio di Mohamed Hussein Naghdi, rappresentante del Consiglio nazionale della resistenza iraniana, ucciso a Roma il 16 marzo del 1993. Lo ha deciso la Prima sezione penale della Cassazione che, come richiesto dal pg Vladimiro di Nunzio, ha convertito in appello il ricorso presentato davanti alla Suprema Corte dal pm della capitale e dal Cnri, costituitosi parte civile. Il ricorso di oggi conseguente all' assoluzione con formula piena per Amir Mansour Bozorghian, il diplomatico iraniano accusato di essere la mente dell'attentato, disposta dalla Corte d'assise di Roma il 24 novembre del 2006.

Gi nel 1996, un primo processo era finito con l'archiviazione del caso. All'epoca erano stati emessi mandati di cattura contro due cittadini algerini, Salah Idjelibt e Adda Khatam, ritenuti esecutori materiali dell'attentato, e l'iraniano Ali Reza Yazdi. Il nome di Bozorghian, fatto da Abolghassem Mesbahi, ex dirigente dei servizi segreti di Teheran fuggito all'estero, servito a riaprire il caso. Che ora, come disposto dalla Cassazione, sar nuovamente affrontato davanti alla Corte d'assise d'appello della capitale.

(Dav/Gs/Adnkronos)