SANITA': FI, SERRATA AMBULATORI PRIVATI CAUSATA DA GIUNTA MARRAZZO (2)
SANITA': FI, SERRATA AMBULATORI PRIVATI CAUSATA DA GIUNTA MARRAZZO (2)

(Adnkronos) - "Appare davvero sconcertante questa scelta - ha rilevato Pallone - che cade sulla testa degli ambulatori convenzionati con il Ssr, i quali hanno gi subito nell'esercizio finanziario in corso a numerose misure restrittive, tra cui, in particolare, lo sconto del 20 per cento delle tariffe previsto dalla legge finanziaria 2007. Il piano di rientro prevede un contenimento della spesa in relazione alla voce 'medicina specialistica accreditata esterna' pari a 28,2 milioni di euro su un totale di prestazioni per 470 milioni di euro, erogate da varie strutture extraospedaliere, anche a carattere religioso".

"In sede applicativa, tuttavia - ha aggiunto il capogruppo - tali tagli sembrano aver riguardato solo le strutture ambulatoriali private; tali restrizioni pongono i laboratori di analisi in una situazione di grave difficolt economica-finanziaria, causando in molti casi l'impossibilit di proseguire il servizio; da un rapporto dell'Agenzia di sanit pubblica del Lazio, riferito al 2004, si legge che su 227 strutture pubbliche che erogano prestazioni specialistiche, appena il 49 per cento produce trecento mila euro annui, mentre solo un 20 per cento del totale arriva a generare ricavi per quasi un milione di euro. A seguito della serrata, le associazioni di categoria degli ambulatori privati annunciano che garantiranno nelle loro strutture un tariffario sociale per andare incontro alle esigenze di cittadini, offrendo le stesse prestazioni a prezzi contenuti".

"La riapplicazione del tariffario nazionale del 1996 non rappresenta un'opzione obbligatoria per la Regione, alla quale spetta il potere di determinare le tariffe di rimborso delle prestazioni, nel rispetto dei principi sia di sostenibilit della spesa che di adeguata copertura del costo del servizio. Una situazione insostenibile - ha concluso Pallone - Per questo ho chiesto quali provvedimenti Marrazzo e Battaglia intendano adottare per risolvere la situazione di emergenza connessa all'annunciata serrata degli ambulatori privati convenzionati con il Ssr, che rischia di compromettere la continuit del servizio erogato a livello regionale, ed evitare che i provvedimenti restrittivi adottati in attuazione del piano di rientro pongano tali strutture nell'impossibilit di continuare l'erogazione del servizio convenzionato".

(Fto/Pe/Adnkronos)