VALLETTOPOLI: CORONA AL PM, IL FUTURO? SONO I ''PAPARAZZI IMPROVVISATI'' (2)
VALLETTOPOLI: CORONA AL PM, IL FUTURO? SONO I ''PAPARAZZI IMPROVVISATI'' (2)
''CHIUNQUE E' INVITATO AD UNA FESTA CON VIP MI MANDI FOTO AL COMPUTER...''

(Adnkronos) - Insomma, le trappole sono in agguato. Non ci si puo' fidare del vicino di discoteca, o dell'insospettabile cliente seduto ad un tavolo di ristorante e che all'insaputa del Vip di turno e' pronto a scattare e rivendere la preziosa immagine. Come osserva il pm milanese, ''tutta una serie di ragazzi che, avendo necessit di lavorare e non creandosi molti scrupoli,che possono entrare in questi locali perch sono ragazzetti, hanno i loro bei telefonini e con i loro telefonini scattano delle foto, poi vanno nell’agenzia fotografica anche se non legati da un qualsiasi contatto o contratto o quant’altro ma vanno all’agenzia fotografica e quindi praticamente le vendono o comunque''.

''Esatto, perfetto. E questo il futuro'', conferma Corona, che non sembra aver dubbi su come debba sviluppare in futuro la sua attivita', ricorrendo sempre piu' a questi ''paparazzi improvvisati''. ''Da quando successo, scoppiata l’inchiesta a ottobre -spiega Corona al pm -ho ricevuto tantissime fotografie da tutta Italia, tant’ vero che nel mese di marzo, le dico, non mi prenda per pazzo, io avevo programmato una campagna pubblicitaria da 300.000 euro, 400.000 euro sui quotidiani dove c’ero io con la mia foto tipo il sergente americano che diceva: “Voglio te” dove chiunque fosse stato''.

Insomma, un po' come lo Zio Sam che chiama gli americani ad arruolarsi. ''Si', lo Zio Sam... Dove chiunque fosse stato invitato a una festa e avesse fatto delle foto dei vip di mandarmele via computer che se volevano potevano guadagnarci dei soldi''. (segue)

(Aka/Zn/Adnkronos)