MAFIA: NAPOLITANO RICORDA STRAGE PORTELLA DELLA GINESTRA
MAFIA: NAPOLITANO RICORDA STRAGE PORTELLA DELLA GINESTRA
'AVERE MEMORIA PROPRIA STORIA INDISPENSABILE PER RIAFFERMARE PRINCIPI LEGALITA' DEMOCRATICA'

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Avere memoria della propria storia e' indispensabile per riaffermare i principi della legalita' democratica''. E' quanto afferma il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano in un messaggio inviato al Sindaco di Partinico, Giuseppe Motisi. ''Sessanta anni fa - ricorda il Capo dello Stato- la mafia si macchiava del barbaro assasinio di Giuseppe Casarubea e Vincenzo Lo Jacono e del ferimento di Leonardo Addamo, militanti della Camera del Lavoro di Partinico''.

''Gli efferati omicidi -prosegue Napolitano- seguirono di pochi giorni l'orrenda strage di Portella della Ginestra e, al pari di questa, si inserirono nel violento attacco con cui forze reazionarie, usando banditismo e mafia, tentarono di spezzare il moto popolare per il rinnovamento economico e sociale della propria terra e di fermare l'avvio di un processo di sviluppo democratico. Sono vicino ai familiari delle vittime e a quanti con essi si battono per individuare le profonde ragioni di quei fatti sanguinosi e ricercarne gli ispiratori''.

''Avere memoria della propria sotoria -sottolinea quindi il Capo dello Stato- e' indispensabile per riaffermare i principi della legalita' democratica. Questo -conclude Napolitano- deve essere l'impegno di tutte le istituzioni e, in primo luogo, delle autorita' locali che costituiscono la piu' diretta espressione democratica della comunita'''.

(Sin-Bis/Pn/Adnkronos)