PD: BETTINI, VELTRONI SINDACO E LEADER SUL MODELLO CHIRAC
PD: BETTINI, VELTRONI SINDACO E LEADER SUL MODELLO CHIRAC

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - Il ruolo di sindaco di Roma e' ''assolutamente compatibile'' con quello di segretario del Partito democratico: ''Almeno per una certa fase, penso che Veltroni possa essere il leader del Pd con vicino una personalita' politica in grado di condurre il partito nella sua attivita' quotidiana. E per Roma non puo' essere che un motivo d'orgoglio avere il proprio sindaco come leader nazionale in campo per dirigere il piu' grande partito del centrosinistra e per fronteggiare nel futuro, come io penso, la destra italiano. Mi viene in mente Chirac che e' stato un grande sindaco di Parigi e un grande leader della Francia''. Goffredo Bettini, tra i piu' vicini a Walter Veltroni, ribadisce in una intervista a 'L'Unita'' il significato della scelta del sindaco di Roma come candidato alla guida del Pd.

Per Bettini non c'e' nessuno rischio che Veltroni diventi ingombrante per Prodi, perche' ''Walter e' una persona di enorme lealta' e ha un rapporto di grande amicizia e stima con Prodi. In questo momento di difficolta', Prodi non puo' che essere felice perche' la salute del Pd sono un contributo essenziale alla tenuta anche del governo''. Bettini poi invita Arturo Parisi che teme una competizione con un candidato unico a ''candidarsi egli stesso'' e sottolinea l'importanza dell'incontro con Massimo D'alema nella scelta di Veltroni.

''Ho sentito Veltroni molto attento all'opinione di D'Alema. La considerava abbastanza decisiva per assumere una decisione o l'altra. Credo che cio' derivi da un rispetto leale, da una lunga militanza comune e dalla consapevolezza che se deve fare questo passo lo deve fare davvero in un clima unitario. D'Alema -sottolinea Bettini- e' stato ineccepibile, non era lui che doveva indicare Veltroni, ma ha accompagnato con parola calde, sincere, sulla base di una valutazione politica, questo processo in modo positivo''.

(Pol-Leb/Pn/Adnkronos)