PD: 'IL MANIFESTO', VELTRONI PROVERA' A FERMARE UNIONE A SINISTRA
PD: 'IL MANIFESTO', VELTRONI PROVERA' A FERMARE UNIONE A SINISTRA
NON E' ESCLUSO TENTATIVO DI RICOMPORRE FRATTURA CON MUSSI

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - ''Il sindaco di Roma e' il solo che puo' gestire l'incrocio botanico tra Quercia e Margherita, l'uomo giusto per un non partito a sua immagine e somiglianza: appartenenze imprecisate, porte aperte a destra e a manca, amministrazione oculata dell'esistente, grande capacita' mediatica, una cultura liberale accattivante con i forti e caritatevole con i debili. Veltroni e' considerato l'uomo giusto per semplificare e risolvere i nodi posti dal collasso della democrazia rappresentativa''. E' quanto scrive Gabriele Polo in un editoriale su 'Il Manifesto'.

''Ma la sua candidatura a leader del Pd -avverte il quotidiano comunista- sconvolge anche il quadro che si stava delineando a sinistra dopo l'ultimo congresso dei Ds. Basti ricordare che il sindaco di Roma in quella sede aveva solennemente promesso a Mussi 'un nuovo incontro'''. ''Per questo non e' affatto escluso -spiega il direttore de 'Il Manifesto'- che Veltroni possa ricomporre la frattura di Firenze. In ogni caso ci provera' e potrebbe far incagliare i processi di riaggregazione a sinistra. I quali finora hanno fatto molto per non compiersi, preparando cosi le basi su cui il futuro leader del Pd potrebbe allargare i confini di un soggetto politico altrimenti destinato a una deriva centrista''.

''Se non ci sara' uno scatto in questi mesi -si legge- senza un'alternativa in campo la partita si giochera' tutta tra il populismo di destra e 'l'illuminismo' di Walter Veltroni. E il rapporto con i poteri non sara' di contrasto''.

(Pol-Leb/Pn/Adnkronos)