RAI: AIART, ASSURDO CHE PETRUCCIOLI CHIEDA AUMENTO CANONE
RAI: AIART, ASSURDO CHE PETRUCCIOLI CHIEDA AUMENTO CANONE
'DA' MISURA DELLA DISTANZA DELLA CASTA DI VIALE MAZZINI DAL PAESE REALE'

Roma, 22 giu. - (Adnkronos) - " incredibile, al limite dell'assurdo, che Petruccioli torni a chiedere l'aumento del canone. La Rai un'azienda sull'orlo di una crisi profonda per bassi ascolti, programmi di scarsa qualit, bilanci drammatici, e questa richiesta contrasta con una credibilit quasi a zero della tv pubblica nella societ". Lo afferma Luca Borgomeo, presidente dell'associazione di telespettatori di matrice cattolica, Aiart.

"A questa richiesta - prosegue Borgomeo - che appare come una provocazione e che d la misura della distanza della casta di viale Mazzini dal Paese reale, dalla gente, dagli utenti dei servizi Rai, il presidente Petruccioli, per nulla sfiorato dal senso del ridicolo, aggiunge la peregrina proposta di riscuotere il canone, introdotto da una legge fascista, abbinandolo alle bollette dell'energia elettrica considerando che la Rai quasi alla canna del gas, non proporre di collegare il canone alle bollette del gas? Siamo seri. Con Orazio verrebbe da dire - conclude Borgomeo - 'sunt certi denique fines!'".

(Mpi/Pe/Adnkronos)