RAI: CURZI, LE REGOLE NON LE STABILISCE L'ANTITRUST
RAI: CURZI, LE REGOLE NON LE STABILISCE L'ANTITRUST

Roma, 26 giu. (Adnkronos) - "Bene ha fatto il ministro Gentiloni a opporre subito al presidente dell’Antitrust la fondamentale considerazione che la privatizzazione della Rai, che rientrava nei programmi del centrodestra, ai tempi della nomina di Catrical, non rientra nei programmi di governo dell’Unione". Lo afferma il consigliere di amministrazione della Rai Sandro Curzi, che si dice poi perplesso "sul fatto che il presidente dell’Antitrust evidentemente ritiene che rientri fra le sue delicatissime funzioni quella di indicare al Parlamento linee di politica economica e culturale, peraltro in un settore assai importante per la democrazia come quello della comunicazione".

"A quanto mi risulta, egli deve sovrintendere affinch siano rispettate le leggi che regolano la concorrenza e il mercato in questo Paese. Ma leggi e regole non le stabilisce l’Antitrust: finch siamo in un regime democratico e parlamentare, esse fanno riferimento al processo democratico e al Parlamento", conclude Curzi.

(Sin/Pe/Adnkronos)