RIFORME: ERRANI SU FEDERALISMO FISCALE, ORA AVVIARE CONFRONTO
RIFORME: ERRANI SU FEDERALISMO FISCALE, ORA AVVIARE CONFRONTO
IN VISTA ESAME IN CDM GIOVEDI' IL GOVERNATORE RIBADISCE RICHIESTE REGIONI

Roma, 26 giu. - (Adnkronos) - "Il ministro ci ha detto che andr probabilmente gioved. Noi abbiamo detto che quel testo una base di discussione, riconfermiamo una serie di nostri punti fondamentali, alcuni dei quali non sono risolti dall'attuale delega. Vogliamo che a questo punto si avvi la discussione sulla base del testo al centro dell'incontro di luned scorso". E' quanto ha affermato il presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Vasco Errani, al termine dell'incontro tra governatori ed esecutivo sul Dpef, riferendosi al disegno di legge delega sul federalismo fiscale che dovrebbe tornare gioved prossimo in Cdm per proseguire l'esame del testo, iniziato ieri.

"Per parte nostra - ha aggiunto Errani - porremo quelle questioni non risolte che attengono sostanzialmente a tre capitoli: il tema del rapporto con le autonomie locali in relazione alla gestione della perequazione, il tema della verifica della congruit dei trasferimenti di tutto il decentramento amministrativo, la possibilit di avere flessibilit nell'utilizzo dei tributi e la necessit di verificare come si affronta il problema delle Regioni che non riusciranno, per ragioni oggettive, a rientrare nei 5 anni dentro il termine della spesa storica".

"Per noi - ha concluso Errani - fondamentale e irrinunciabile che per tutti i livelli dello Stato i termini per il rientro rispetto alla spesa storica siano omogenei per realizzare veramente un federalismo fiscale in cui tutti i livelli della Repubblica partecipano in condizioni coerenti".

(Sci-Sim/Zn/Adnkronos)