AEROPORTI: ADUC, SU CAOS FIUMICINO LA MONTAGNA HA PARTORITO UN TOPOLINO
AEROPORTI: ADUC, SU CAOS FIUMICINO LA MONTAGNA HA PARTORITO UN TOPOLINO
L'ENAC RISARCISCA GLI UTENTI

Roma, 8 ago. - (Adnkronos) - "In genere si dice che la montagna ha partorito un topolino per significare che un provvedimento adottato e' del tutto insufficiente a risolvere un problema. I provvedimenti adottati dal ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, per risolvere il caos dell'aeroporto di Fiumicino, sono il nulla, meno del topolino. Si annunciavano ritiro delle concessioni, sanzioni e sfracelli, si e' invece deciso di attivare una 'task force' di 80 persone per sopperire all'emergenza, ma le 80 persone erano gia' state assunte da tempo e quindi non c'e' nessuna 'task force' aggiuntiva". Lo afferma Primo Mastrantoni, segretario Aduc.

"Quanto ai 'maggiori poteri' attribuiti al direttore dell'aeroporto - sottolinea Mastrantoni - questi sono sempre gli stessi, cioe' quelli di coordinamento dell'attivita' aeroportuale. Dunque una gigantesca bufala propinata ai cittadini da un ministro inadeguato e che tutto fa meno quello che dovrebbe fare, cioe' il ministro. E stiamo parlando di bagagli in ritardo, figuriamoci per il resto! L'Enac dovrebbe far pace con il proprio cervello che, notoriamente, e' fatto da due emisferi che evidentemente non sono connessi".

"Il suo presidente Vito Riggio - conclude Mastrantoni - dichiara che 'ho il fondato sospetto che gli impianti vengano manomessi' mentre il suo direttore, Silvano Manera, dice 'dai controlli non sono emersi elementi che facciano pensare a un sabotaggio'. Se ai vertici hanno le idee cos confuse ovvio che l'ente e' in uno stato di incapacita' operativa. Al ministro Bianchi e al presidente Riggio chiediamo una cosa: far si' che gli utenti vengano risarciti. Riusciranno i nostri eroi"?

(Gif/Pe/Adnkronos)