AEROPORTI: CODICI, SU CAOS BAGAGLI A FIUMICINO SOLITA INCHIESTA ALL'ITALIANA
AEROPORTI: CODICI, SU CAOS BAGAGLI A FIUMICINO SOLITA INCHIESTA ALL'ITALIANA

Roma, 8 ago. - (Adnkronos) - "La polemica scoppiata in questi giorni sulle consegne dei bagagli all’aeroporto di Fiumicino ha sollevato parecchia polvere ma, dopo questi primi provvedenti adottati contro una delle societ operanti all’aeroporto, poco o nulla cambier se non si penser ad un sistema di regole certe e inflessibili". Lo ha dichiarato Ivano Giacomelli, segretario nazionale del Codici. "Siamo di fronte alla solita inchiesta all’italiana - ha continuato - fatta di alzate di voce, dichiarazioni di intenti, tanto bonismo e nulla di fatto. Ci si chiede come mai solo oggi si sia pensato di avviare delle indagini sulla palese situazione di anarchia che vige all’aeroporto di Fiumicino e come mai, soprattutto, essa non abbia rilevato anomalie, in relazione alla gestione dei bagagli. Se l’Enac non in grado di gestire l’emergenza quotidiana, forse necessario ridimensionarne il ruolo e i compiti. Non possibile che ogni giorno migliaia di persone perdano il proprio bagaglio e che mai nessuno paghi per questo".

"L’odissea della mancata consegna del bagaglio - ha aggiunto - pu condurre a una duplice strada: la riconsegna dopo tre o quattro giorni, con il relativo esborso di denaro per tamponare il disagio, o nel peggiore dei casi alla perdita definitiva dello stesso. Qualcuno si mai chiesto cosa succede dopo la denuncia di smarrimento? Trascorrono mesi e anche anni, ma i rimborsi, se non ingaggi un avvocato, puoi dimenticarteli. Il call center della societ che gestisce il servizio per Alitalia, ad esempio, contattabile solo attraverso un numero a pagamento dal prefisso 199, cosa assai opinabile considerandone il costo, e quando ci si entra in contatto, l’unica risposta che in sostanza perviene che 'si sta lavorando sulla sua pratica'".

"Quando - ha concluso Giacomelli - potremo contare su un sistema di regole certe con diritti, doveri ma soprattutto sanzioni a carico di chi sbaglia? Vogliamo avere fiducia nelle parole del Ministro Bianchi, auspicando un pacchetto normativo che riesca finalmente ad arginare la vergogna dell’aeroporto di Fiumicino".

(Stm/Opr/Adnkronos)