AEROPORTI: SDL, SU FIUMICINO PALLIATIVI OCCORRE INCHIESTA PARLAMENTARE
AEROPORTI: SDL, SU FIUMICINO PALLIATIVI OCCORRE INCHIESTA PARLAMENTARE
E SVILUPPO PIANO TRASPORTO AEREO

Roma, 8 ago. (Adnkronos) - ''I tre provvedimenti presi dal Ministero dei Trasporti all’incontro tenutosi ieri con Enac e Aeroporti di Roma sono un palliativo che non incide sulle vere cause dei disservizi. Aver nominato il Direttore dell’Enac dell’aeroporto di Fiumicino 'dominus' responsabile un duplicare un mandato che questa figura ha gi istituzionalmente''. E' il giudizio del Sdl Trasporto Aereo che in una nota sollecita ''l’apertura di una inchiesta parlamentare su Fiumicino e sull’Enac'' nonche' un piano nazionale del trasporto aereo e degli aeroporti.

''Il rafforzamento con 80 operai da parte di AdR per far fronte alle emergenze del bhs (sistema automatico di smistamento bagagli) non sar di grande utilit, in quanto lo smistamento manuale dei bagagli si avvale dell’unico ascensore presente nei moli B e C; e se questi fossero utilizzati confermerebbe la grave carenza di personale delle aziende di handling. Gli investimenti di 60 milioni di euro, peraltro tardivi, non hanno una chiara destinazione'', prosegue il Sdl che aggiunge che e' stato ''individuato in Aviapartner, l’azienda di assistenza pi giovane e meno organizzata, il capro espiatorio. Ma chi ha autorizzato questa azienda ad espletare il servizio se non ha una struttura organizzativa sufficiente? Chi ha permesso in questi anni ad Aeroporti di Roma di non rispettare gli impegni presi con il governo sugli investimenti all’atto della privatizzazione dell’azienda?''.

''L’Enac ha una grande responsabilit. La recente delibera dell’Enac che autorizza gli handlers ad utilizzare i sub appalti nei settori moltiplicher i problemi. Non esiste -prosegue la nota -un piano nazionale del trasporto aereo e degli aeroporti: tutto lasciato al libero mercato, con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti. Si sta curando la febbre lasciando marcire l’infezione''.

(Sec-Val/Opr/Adnkronos)