PREZZI: MARCHE, PER COLDIRETTI ANNUNCIO RINCARI PANE E PASTA SONO SPECULAZIONI
PREZZI: MARCHE, PER COLDIRETTI ANNUNCIO RINCARI PANE E PASTA SONO SPECULAZIONI
IL PANE IN 20 ANNI COSTA SEI VOLTE DI PIU' MENTRE IL GRANO HA MANTENUTO LO STESSO LIVELLO

Ancona, 8 ago. - (Adnkronos) - ''I rincari annunciati su pane e pasta sono il frutto di speculazioni ai danni di imprese agricole e consumatori''. Lo denuncia Coldiretti Marche sulla base di una ricerca sui prezzi dei cereali negli ultimi venti anni effettuata sui dati della Camera di Commercio di Ancona. ''Il mercato del grano marchigiano - spiega il presidente di Coldiretti Marche, Giannalberto Luzi in una nota - ha avuto un crollo tra il '90 e il 2005 passando da 440 lire a 300 lire al chilo, ma non ci risulta che il pane sia costato di meno. E non poteva accadere altrimenti. Oggi con un chilo di frumento, pagato 22 centesimi al chilo, si produce un chilo di pane venduto a 2,70 euro. In altre parole, il costo del grano incide per l'8% su quello della pagnotta. Non possiamo dunque tollerare che, al danno causato ai produttori, si aggiunga la beffa di sentirsi dire che ci saranno rincari fino al 20% su pane e pasta''.

Scorrendo i dati camerali, nel 1985 il grano veniva pagato ai produttori circa 450 lire al chilo mentre un kg di pane costava mille lire. Nel '90 il prezzo del grano era sceso a 370 lire eppure il pane era salito a 1.600 lire. Il trend negativo proseguiva nel '95 quando il frumento arrivava a 320 lire e il pane era salito a 2 mila lire. La situazione rimane la stessa anche con l'euro. Dal 2002 al 2005, il grano veniva pagato sui 16 centesimi mentre il pane aveva gia' iniziato la corsa che da 1,55 euro lo portera' agli attuali 2,70 euro, secondo il dato dell'Osservatorio prezzi del Comune di Ancona. Solo ora il frumento e' risalito a 20-22 centesimi. Gli stessi livelli di venti anni fa mentre il prezzo del pane e' sestuplicato. (segue)

(Ama/Pe/Adnkronos)