UNICREDIT-CAPITALIA: CON FUSIONE ROMA PERDE CENTRO DECISIONALE/SCHEDA (2)
UNICREDIT-CAPITALIA: CON FUSIONE ROMA PERDE CENTRO DECISIONALE/SCHEDA (2)

(Adnkronos) - Sul piano occupazionale, intanto, le ripercussioni della fusione sono state quantificate e concordate con i sindacati. L'accordo firmato prevede 5mila esuberi in tre anni: 3mila contingentati, per i quali si far ricorso al fondo esuberi del settore bancario, e 2mila a incentivazione volontaria. Le altre eccedenze di personale verranno gestite attraverso una riduzione del 50% circa del turnover.

E, non a caso, gli effetti pi consistenti dell'integrazione riguarderanno i dipendenti della holding Capitalia. Tutte le funzioni di coordinamento del nuovo gruppo da oltre 170 mila dipendenti saranno infatte trasferite a Milano anche se la proiezione internazionale della terza banca europea non deve far sottovalutare le possibili opportunita' per il personale di inserimento nell'Est europeo. Le aree che pi probabilmente saranno costrette ad emigrare sotto la Madonnina, secondo i sindacati, sono quelle del merger and acquisition e tutte quelle legate alle funzioni corporate.

Tra i dirigenti romani, in particolare, diffusa la preoccupazione che, nonostante le assicurazioni ricevute, siano 'le prede' a pagare lo scotto maggiore. Soprattutto in riferimento alla prospettiva di un trasferimento dalla Capitale nei centri decisionali di Milano o Bologna. Sono gi iniziati i colloqui, si riferisce negli uffici della banca nella sede romana, e le alternative proposte sono quasi sempre le stesse: Milano, Bologna o una sede dell'est europeo, con Varsavia come destinazione pi gettonata, dicono quelli che hanno gi affrontato il nodo futuro. Senza dimenticare quelli che ancora non sanno nulla e attendono un segnale.

(Fin/Pe/Adnkronos)