GIAPPONE: ESPERTO CLONAZIONE, DA TOKIO PRIMA MONDIALE IMPORTANTE PER RICERCA
GIAPPONE: ESPERTO CLONAZIONE, DA TOKIO PRIMA MONDIALE IMPORTANTE PER RICERCA
'PAPA'' DEL TORO GALILEO, DA ANIMALI FOTOCOPIA CIBI SICURI

Milano, 8 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - La nascita in Giappone di un maiale fotocopia di quarta generazione, ottenuto attraverso cinque passaggi successivi di clonazione, "un ottimo risultato, molto importante per la ricerca" di settore. Ne convinto Cesare Galli, direttore del Laboratorio di tecnologie della riproduzione (Ltr) di Cremona e docente di Fisiologia della riproduzione all'universit di Bologna, noto alle cronache come 'pap' del toro Galileo e della cavalla Prometea. Il suino nipponico " in effetti unico al mondo - conferma l'esperto all'ADNKRONOS SALUTE - Prima d'ora esperimenti simili hanno avuto successo solo nei topi, mentre nei bovini siamo fermi ai cloni di seconda generazione", ossia fotocopia di animali a loro volta gi clonati.

Il maiale creato dal team di Hiroshi Nagashima della Meiji University di Tokyo "conferma che se un animale clonato nasce e cresce sano del tutto identico a un animale normale - assicura Galli - E questo principio vale indipendentemente dalla specie considerata, anche se vero - aggiunge - che la clonazione del suino meno problematica di quella di altri animali, specialmente dei ruminanti". In ogni caso, lo specialista crede che "nel tempo, il traguardo giapponese potr essere riprodotto anche su altre specie".

Galli nega inoltre che i derivati alimentari degli animali fotocopia possano rappresentare una minaccia per la sicurezza dei consumatori. "Non so prevedere se in futuro gli allevamenti utilizzeranno la clonazione su larga scala - puntualizza - Questo dipender da considerazioni politiche e commerciali, ma dal punto di vista della sicurezza esistono gi oggi sufficienti evidenze per invitare i cittadini alla tranquillit. Conclusioni in tal senso sono gi state espresse dalla Fda e dalle autorit giapponesi. Quanto all'Europa, l'Agenzia per la sicurezza alimentare Efsa sta raccogliendo pareri e si pronuncer entro la fine di quest'anno o l'inizio dell'anno prossimo", afferma Galli. (segue)

(Opa/Gs/Adnkronos)