CASO DENISE: PIERA MAGGIO, SERVE MODIFICA LEGGE SU SEQUESTRO MINORI
CASO DENISE: PIERA MAGGIO, SERVE MODIFICA LEGGE SU SEQUESTRO MINORI
SONO STANCA, VOGLIO LA VERITA'

Palermo, 1 set. (Adnkronos) - Due appelli, uno alle istituzioni perch modifichino una "legge paradossale" e un'altro alla gente "perch non dimentichi". A lanciarli nel terzo anniversario della scomparsa della sua Denise, inghiottita nel nulla il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo (Trapani), Piera Maggio.

"Sono terribilmente stanca - dice all'ADNKRONOS -. Voglio la verit, voglio sapere che fine ha fatto mia figlia". Per tre anni mamma Piera andata in giro, nelle piazze, nei salotti tv, nelle redazioni per "mantenere alta l'attenzione - dice -. Ogni giorno mi arrivano due-tre segnalazioni. Oggi per me una giornata dolorosa, ricordo gli istanti successivi alla scomparsa, li rivivo da tre anni in un logorio continuo".

La signora Pipitone non si rassegna a piangere e pregare. "Sa qual il paradosso? che in Italia non previsto il reato di sequestro di minore, cio se io rapisco un adulto o se porto via un bimbo non c' differenza. Ma c' di pi - spiega -. Il sequestro senza riscatto prevede una pena da 6 mesi a otto anni, meno che per un furto aggravato. Non vergognoso che un bambino valga meno di un oggetto? Se chi rapisce un bambino non sar mai punito, se la legge non mi aiuta, chi pu farlo?". (segue)

(loc/Gs/Adnkronos)