CESENA: AUSL, 5 CASI SOSPETTI DI CHIKUNGUNYA
CESENA: AUSL, 5 CASI SOSPETTI DI CHIKUNGUNYA
SANITARI IMPEGNATI IN SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA E AMBIENTALE

Roma, 1 set. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Il virus Chikungunya potrebbe essere arrivato nel cesenate. Dopo i casi registrati nel ravennate nei giorni scorsi, l'Ausl di Cesena comunica che 5 casi sospetti sono stati rilevati nell'area, ma assicura che l'azienda gi impegnata nell'attivit di sorveglianza epidemiologica e ambientale. La malattia, che ha un decorso clinico benigno, si risolve in genere in una settimana, ma in alcuni casi pu lasciare debolezza e dolori articolari (specialmente a polsi e caviglie) per alcune settimane.

"Nel tardo pomeriggio di ieri - si legge nella nota della Ausl, che ricorda come non ci sia alcun rischio di trasmissione del virus da persona a persona - stato notificato al Servizio Igiene pubblica dell'Azienda Usl di Cesena, un quarto caso sospetto di malattia da virus Chikungunya. Si tratta di un artigiano di 50 anni residente nel comune di Cesenatico, che dall'inizio di agosto ha lavorato nella zona di Castiglione di Cervia. Come nei tre casi sospetti notificati nella giornata di ieri nel cesenate, le persone malate vivono in zone a confine con il comune di Cervia o vi hanno soggiornato per motivi di lavoro durante il periodo di sviluppo dell'infezione. Nella mattinata di oggi stato notificato un quinto caso sospetto, relativo a una donna di 33 anni residente a Gatteo, ricoverata nella casa di cura Malatesta Novello di Cesena dal 29 agosto. Risulta che la giovane abbia effettuato una escursione nella zona di Cervia nei giorni precedenti all'insorgere della sintomatologia. La notifica avvenuta grazie al sistema di sorveglianza attiva e ricerca dei casi messo in atto, come da indicazioni della Regione Emilia Romagna, dal Dipartimento di Sanit pubblica dell'Azienda Usl di Cesena, che ha provveduto a telefonare e a informare, tramite lettera, tutti i medici e pediatri di famiglia e gli ospedali". (segue)

(Sal/Col/Adnkronos)