LAVAVETRI: AFEF, REGOLE E LEGALITA' PRIMA DI TUTTO
LAVAVETRI: AFEF, REGOLE E LEGALITA' PRIMA DI TUTTO

Roma, 1 set. - (Adnkronos) - "Potrei rispondere con una battuta: girando in bicicletta, non avverto particolarmente il problema. Ma non mi nascondo dietro un dito. Come ha detto il sindaco di Bologna Cofferati, commentando la vicenda, non ci pu essere accettazione di grandi e piccole violazioni delle norme, perch chi le trasgredisce vive in condizioni disagiate. Insomma, visto che non riesco a risolvere il problema, giro la testa dall'altra parte e faccio finta di niente: e no, troppo comodo. Poi, per carit, avr pure ragione Bertinotti quando dice che bisogna indagare sul racket che li controlla,ma intanto ai cittadini vanno date risposte immediate per quello che si ritrovano tutti i giorni davanti agli occhi". Lo dichiara Afef Jnifen in un'intervista a 'Il Corriere della Sera'.

"Non credo servano leggi speciali, nel nostro Paese - continua Afef - perch anch'io sono italiana, mi dicono che di leggi ce ne sono fin troppe. Se ci sono le condizioni previste dalle regole, anche l'arresto perch no? E il rimpatrio, se si tratta di persone che sono qui irregolarmente. Il foglio di via invece non credo possa essere uno strumento usato solo per categorie particolari". "C' una doppia cattiva coscienza. Due atteggiamenti contrapposti. Quello di chi odia i diversi 'a prescindere' dimenticando che gli italiani quando emigravano, non erano accolti benissimo all'estero. E al contrario, quello di chi giustifica sempre e comunque in nome di un comodo concetto di solidariet".

"In Francia, per esempio, un altro Paese che conosco bene - conclude Afef - hanno avuto flussi di immigrati ben pi consistenti dei nostri, anche per via della loro storia coloniale. Ma non ci sono lavavetri ai semafori, e l'integrazione funziona nel perimetro di regole chiare e da tutti rispettate, anche se talvolta vi sono stati episodi di violenza ma con risposte decise delle forze dell'ordine. Senza se e senza ma non senza se e senza ma. E non solo l'effetto Sarkozy".

(Asc/Gs/Adnkronos)