LAVAVETRI: ASOR ROSA, MI DIMETTO DA INTELLETTUALE DI SINISTRA (2)
LAVAVETRI: ASOR ROSA, MI DIMETTO DA INTELLETTUALE DI SINISTRA (2)

(Adnkronos) - "Milano - continua Asor Rosa - un tempo capitale morale e culturale d'Italia, sembra un sobborgo di Rogoredo. Napoli, appunto, sommersa dall'immondizia". "Perch cominciare a prendersela proprio con i lavavetri di strada? - scrive Asor Rosa - Per due motivi, credo. Innanzitutto perch quando io vado a caccia di mosche a casa mia con il giornale arrotolato, meno tali fendenti che il mio cane spaventato corre in un'altra stanza: lui crede che sia scoppiata la terza guerra mondiale. Nello stesso modo si comportano i sindaci di casa nostra (come me; non come il mio cane). Menano fendenti sulle mosche: cos il pubblico si distrae e non pensa ad altro".

"In secondo luogo perch l'ordinanza costituisce un piccolo ma significativo passo avanti nella realizzazione di quella ormai onnipresente costituzione materiale, che sta alla base del Pucd - continua l'italianista - Partito Unico del Conformismo Dominante. Per forza che la maggioranza, la grande maggioranza, sta con l'ordinanza del Comune di Firenze: mettete insieme la quasi totalit dell'elettorato di centrodestra con la maggioranza di quello di centrosinistra, e avrete quella spaventosa miscela di conformismi, questo incontro di volont armate che, invece di confrontarsi e scontrarsi, come sarebbe giusto, beatamente si incontrano e si sommano sui principi fondamentali, il pi importante dei quali dice: per favore non vorrei essere disturbato".

(Laf/Pe/Adnkronos)