ENERGIA: PROVINCIA BOLOGNA, SE SCORTE FINITE C'E' CATTIVA GESTIONE
ENERGIA: PROVINCIA BOLOGNA, SE SCORTE FINITE C'E' CATTIVA GESTIONE
BURGIN, STATO CONTROLLI AZIENDE CHE PERSEGUONO INTERESSI PRIVATI

Bologna, 12 set. - (Adnkronos) - "Davanti agli allarmismi io sono sempre perplesso. Due anni fa hanno consumato tutto il gas per produrre energia elettrica e poi si sono inventati che i Russi hanno chiuso i tubi. Ogni anno c' una sorpresa nuova". Questo il commento a caldo dell'assessore all'Ambiente della Provincia di Bologna, Emanuele Burgin, all'allarme lanciato dall'Enel circa un rischio di black out energetico per il prossimo inverno. "Se davvero hanno finito le riserve perch le hanno utilizzate per produrre energia elettrica, invece di stoccare le risorse - ha aggiunto Burgin - vuol dire che c' stata una cattiva gestione e mi chiedo quale sia il controllo pubblico su queste aziende che sono private a tutti gli effetti e, infatti, perseguono interessi privati".

"Potrei capire se l'allarme fosse stato lanciato a gennaio o febbraio, e comunque sarebbe stato strano - ha spiegato ancora l'assessore - ma affermare a settembre che le risorse sono agli sgoccioli mi pare incomprensibile". Quanto agli enti locali, ha concluso Burgin, "non c' nulla che possiamo fare, il problema nazionale e riguarda l'Eni. Gli enti locali possono solo cercare di investire sulle energie rinnovabili".

(Mcb/Gs/Adnkronos)