INFRASTRUTTURE: SINDACO PALERMO, SUBITO CANTIERI PER NODO FERROVIARIO
INFRASTRUTTURE: SINDACO PALERMO, SUBITO CANTIERI PER NODO FERROVIARIO
"MINISTRO DI PIETRO INDIVIDUI RESPONSABILITA' DELL'IMPASSE"

Palermo, 12 set. - (Adnkronos) - "Palermo stanca di aspettare, stanca di sentirsi ripetere ogni giorno che il 'nodo ferroviario' si far senza poi vedere nulla di concreto. E' stanca di subire l’arroganza dei vertici delle Ferrovie dello Stato. Chiediamo l’immediata apertura dei cantieri per la realizzazione del passante e dell’anello ferroviario". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, intervenendo oggi al congresso internazionale della Societ italiana di infrastrutture viarie, svoltosi a Palazzo dei Normanni, a Palermo. Al convegno ha preso parte anche il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro.

"Nonostante le nostre insistenze e le molte rassicurazioni, non stato ancora aperto il cantiere per il passante ferroviario -ha sottolineato il primo cittadino- un’opera di grandissima importanza per la citt, per la quale ben nove mesi fa si firmato proprio a Palermo un protocollo d’intesa fra Stato, Regione e Comune per l’approvazione della variante da noi richiesta, che stata finanziata dalla Regione. Una cosa che ci risulta davvero incomprensibile sono i tempi della gara per la realizzazione dell’anello ferroviario, la cui aggiudicazione avvenuta nel mese di giugno, dopo ben un anno dal bando: ad oggi, dopo tre mesi, non ancora stato stipulato il contratto".

"Vogliamo concretezza -ha aggiunto Cammarata- vogliamo sapere quando i cantieri apriranno. Il loro avvio di grandissimo rilievo per Palermo: si tratta di opere indispensabili per garantire ai nostri concittadini un trasporto pubblico di massa adeguato alle esigenze di spostamento, ma anche per sostenere il tessuto economico e imprenditoriale". Al ministro Di Pietro Cammarata ha chiesto di individuare "le responsabilit di questa impasse di agire di conseguenza, chiamando alla loro responsabilit innanzitutto i vertici delle Ferrovie dello Stato, che dimostrano di infischiarsene per primo del loro ministro".

(Loc/Pe/Adnkronos)