PREZZI: PANIFICATORI TOSCANI RESPINGONO ACCUSE AUMENTI
PREZZI: PANIFICATORI TOSCANI RESPINGONO ACCUSE AUMENTI
CNA ALIMENTARE, ''AUMENTI VERTIGINOSI SI' MA DELLE MATERIE PRIME''

Firenze, 12 set. - (Adnkronos) - “Il prezzo del pane non aumenta in modo vertiginoso e senza motivo”. Lo assicura Cna Alimentare Toscana e ricorda che gli aumenti vertiginosi sono stati e sono quelli delle materie prime, grano e conseguentemente farine, il cui prezzo quasi raddoppiato in pochi mesi. Un esempio: per le farine il prezzo al giugno scorso era circa 25 euro al quintale, oggi supera i 40 euro e la tendenza ad un ulteriore aumento. I prezzi del grano, su scala mondiale, hanno registrato negli ultimi dodici mesi un incremento del 40% e non ci sono segnali di inversione di tendenza nel medio termine.

“A fronte di tali aumenti - afferma il presidente Cna Alimentare Toscana, Alfredo Landucci- il prezzo del pane s stato rivisto al rialzo, ma, a quanto ci risulta, si tratta di un modesto adeguamento agli aumenti dei costi di produzione e delle materie prime, in linea con l’inflazione; molti forni artigianali inoltre tengono ancora i prezzi fermi”.

L'Istituto Nazionale di Statistica, nella rilevazione mensile sull'indice dei prezzi al consumo, ha infatti indicato che gli aumenti del pane nel mese di agosto sono stati nell'ordine dell'0,7% rispetto al mese di luglio 2007 e del 4% rispetto all'anno scorso. (segue)

(Red-Xio/Pn/Adnkronos)