WELFARE: IL PROTOCOLLO IN PILLOLE, GLI SCONTRI E QUELLA DATA STORICA/SCHEDA
WELFARE: IL PROTOCOLLO IN PILLOLE, GLI SCONTRI E QUELLA DATA STORICA/SCHEDA

Roma, 12 set. - (Adnkronos) - E' stato un duro e serrato confronto tra governo e parti sociali quello che ha portato alla firma del ''Protocollo su previdenza, lavoro e competitivit per l'equit e la crescita sostenibile'. Mesi di incontri, scontri e polemiche per una "svolta" concertativa tanto attesa fino alla notte del 23 luglio scorso quando sul documento arrivata la firma dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil. Ma subito un primo scoglio da superare: il via libera con 'riserva' della Cgil. E poi, lo scambio di missive tra il premier Prodi e il segretario Epifani deluso dal governo, mentre sull'accordo piovevano, e continuano a piovere, critiche dalla sinistra radicale contro le norme sul mercato del lavoro e sulla competitivita'.

E ancora, ieri, lo strappo della Fiom che da sostanza alle perplessita' della Cgil e vota no al Protocollo, e oggi il via libera degli esecutivi unitari di Cgil, Cisl e Uil in attesa dei risultati del responso dei lavoratori. Un accordo "storico", lo ha definito il governo, che proprio per questo ha voluto far coincidere la data con un'altra intesa fondamentale, quella del 23 luglio del '93 quando il governo Ciampi siglava con i sindacati l'accordo sulla politica dei redditi. Al tavolo, tra gli altri, Bruno Trentin.

Ecco in sintesi i punti chiave del protocollo.

PREVIDENZA

- Superamento dello scalone - Aumenti per le pensioni basse - Razionalizzazione enti previdenziali - Ampliamento platea lavori usuranti

COMPETITIVIT

- Sgravi costo del lavoro per incentivare produttivit 2 livello - Detassazione premio di risultato - Abolizione contributi aggiuntivi sugli straordinari

MERCATO DEL LAVORO

- Limite di 36 mesi ai contratti a termine - Incentivi all'occupazione femminile - Abrogazione del contratto a chiamata - Ridefinizione degli ammortizzatori sociali

(Gsa/Opr/Adnkronos)