UE: EUROSTAT,: COSTO DEL LAVORO EUROZONA +2,5% NEL SECONDO TRIMESTRE
UE: EUROSTAT,: COSTO DEL LAVORO EUROZONA +2,5% NEL SECONDO TRIMESTRE

Bruxelles, 12 set. - (Adnkronos/Aki) - Il costo del lavoro orario nell'eurozona ha visto un incremento annuo pari a 2,5% nel secondo trimestre 2007, contro il 2,3% dei primi tre mesi dell'anno. E' il dato diffuso da Eurostat, l'Ufficio statistico dell'Unione Europea. Per l'Ue a 27 stati membri, l'incremento nel secondo trimestre 2007 stato pari a +3,2%, contro il 3,6% dei tre mesi precedenti.

Secondo Eurostat, nell'eurozona stipendi e salari nel secondo trimestre sono cresciuti a un tasso annuo di +2,5% contro +2,3% del primo trimestre, mentre i costi non salariali hanno registrato un aumento di +1,8%, contro 1,9% dei primi tre mesi del 2007 Per l'Ue a 27 stati membri l'incremento del settore salari e stipendi pari a +3,3%, contro +3,8% del primo trimestre, mentre i costi non salariali hanno visto un aumento di +2,5% contro i +2,7% dei primi tre mesi del 2007.

Quanto ai comparti, nell'eurozona si registra un aumento del costo orario del lavoro di +2,7% nel settore dell'industria, di +32% nell'edilizia e +2,2% nei servizi. Nell'Ue-27, l'incremento di +3,2% nell'industria e +3,3% sia nell'edilizia, sia nei servizi. Per i paesi, infine, gli incrementi minori si sono rilevati in Germania (+1,2%) e Svezia (+2,3%), i maggiori in Lituania (+21,6%) ed Estonia (+18,7%). Per l'Italia non sono disponibili dati.

(Gdr/Pn/Adnkronos)