WELFARE: DAMIANO, FIOM E' MINORANZA AL REFERENDUM PIANO PASSERA'
WELFARE: DAMIANO, FIOM E' MINORANZA AL REFERENDUM PIANO PASSERA'

Roma, 12 set. (Adnkronos) - Bisogna dare alla scelta della Fiom ''il giusto peso''. La Cgil che lo ha firmato conta 5 milioni di iscritti, la Fiom 300.000. Quello che conta e' il voto del referendum e in quell'occasione vinceranno i 's'. Ne e' convinto il ministro del Lavoro, Cesare Damiano. In una intervista a 'La repubblica' afferma di conoscere ''bene'' l'orientamento di maggioranza del gruppo dirigente della Fiom ''e questo risultato rispecchia in maniera plastica gli equilibri dell'ultimo congresso. Nessuna sorpresa''.

Nella storia della Cgil, ricorda Damiano, ''questo voto e' sicuramente inusuale, ma la bocciatura di un accordo confederale e' un problema che rientra nella sfera dell'autonomia sindacale''.E questo accordo, assicura il ministro, rappresenta ''il miglior risultato che si sia mai ottenuto dal 1983, da quando e' partita la concertazione in Italia. Perche' e' esclusivamente acquisitivo e non prevede scambio o restituzioni''.

Per il ministro bisogna quindi dare alla scelta della Fiom ''il giusto peso''. La Cgil che lo ha firmato conta 5 milioni di iscritti, la Fiom 300.000. ''La Fiom per quanto importante, non rappresenta l'universo degli iscritti e questo non e' un accordo di categoria. Quindi il voto che conta e' un altro''. Cioe' quello del referendum. ''Di quel giudizio tutti dovranno ovviamente tenere conto''. E in quell'occasione ''sono convinto che il protocollo sara' approvato'' perche' si tratta di un accordo sociale ''di forte innovazione che produrra' i suoi effetti a vantaggio della parte piu' debole del paese''.

(Sec-Sim/Ct/Adnkronos)