WELFARE: FERRANDO, DOPO VOTO FIOM CAMPAGNA PER IL NO
WELFARE: FERRANDO, DOPO VOTO FIOM CAMPAGNA PER IL NO

Roma, 12 set. (Adnkronos) - ''Il pronunciamento della Fiom contro l'accordo governo-sindacati apre un varco prezioso per il rilancio di una opposizione operaia al governo Prodi. Per il Prc e tutte le sinistre di governo si chiude definitivamente lo spazio dell'equilibrismo. O votano no a quell'accordo comunque riproposto, caratterizzando in senso antigovenativo la stessa manifestazione del 20, o si schierano di fatto contro i metalmeccanici magari coprendosi dietro la foglia di fico di qualche emendamento letterario. In mezzo al guado non possono restare''. Lo dice Marco Ferrando leader del movimento per il Partito comunista dei lavoratori (Pcl).

''Proponiamo a tutte le sinistre e a tutte le forze sindacali anticoncertative, interne ed esterne alla Cgil, la massima unit del fronte del no in vista della consultazione delle fabbriche: con una campagna immediata, attiva e capillare in ogni azienda e la formazione ovunque possibile di comitati unitari per il no. I militanti sindacali del Pcl, ovunque collocati, saranno impegnati in prima fila dalle prossime ore in questa campagna. Il Pcl -annuncia Ferrando- terr comizi davanti ai cancelli di grandi aziende, a ridosso delle assemblee di fabbrica, con la presenza del proprio portavoce: il 24 settembre alla Fiat Mirafiori, il 27 settembre alla Fiat Sata di Melfi, il 4 ottobre alla Sevel di Atessa''.

(Com/Gs/Adnkronos)