CALABRIA: BOVA A MUSSI, E' SINGOLARE RICHIESTA SCIOGLIMENTO CONSIGLIO
CALABRIA: BOVA A MUSSI, E' SINGOLARE RICHIESTA SCIOGLIMENTO CONSIGLIO

Lamezia Terme, 29 set. - (Adnkronos) - "E' singolare che al Consiglio regionale si imputi con una stanca routine il fatto che siederebbero in Assemblea un numero di consiglieri indagati e su questa base se ne chieda lo scioglimento. Si tratta di un ragionamento che fa a pugni con qualsivoglia principio costituzionale o pi semplicemente di civilt democratica". E’ quanto scrive il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Giuseppe Bova, in una lettera aperta inviata al ministro Fabio Mussi, di Sinistra democratica, che come riportato nel numero de ‘’L’Espresso’’ in edicola, avrebbe chiesto lo scioglimento del Consigli regionale.

Richiesta rilanciata oggi, a Cosenza, dal capogruppo di Sinistra Democratica al Senato, Cesare Salvi. "Sig. Ministro - scrive Bova a Mussi - la Calabria sta faticosamente tentando di superare una lunga fase di avvio di questa tribolata Legislatura che sino ad oggi stata costellata di infamie e veleni. La politica calabrese si sta tirando fuori dalle secche operando un inedito sforzo di ridimensionamento dei propri costi, delle strutture politiche e degli organismi regionali, che negli anni hanno assorbito notevoli risorse appesantendo un bilancio gi esangue. Operando cos si sono liberate risorse fresche da destinare, tra l'altro, al finanziamento, ogni anno, di 250 stage presso le amministrazioni pubbliche regionali per i migliori giovani laureati calabresi, selezionati con meccanismi oggettivi in base ai cuurricula, senza ricorrere a discutibili test e soprattutto senza imbrogli. Si tratta di una politica coraggiosa che certamente ha un prezzo politico salato da pagare, ma che non presenta alternative". (segue)

(Prs/Ct/Adnkronos)