FINANZIARIA: CON OK CDM UNIONE 'RIPARTE', MA BERLUSCONI CHIEDE 'PRODI A CASA' (5)
FINANZIARIA: CON OK CDM UNIONE 'RIPARTE', MA BERLUSCONI CHIEDE 'PRODI A CASA' (5)
PECORARO, BUONE MISURE PER AMBIENTE

(Adnkronos) - ''Direzione giusta'' anche per Paolo Ferrero titolare della Solidarieta' sociale, anche se ''sul tema della tassazione delle rendite c'e' stata troppa timidezza. Ora si tratta di intervenire sul tema della lotta alla precarieta'''. Per Ferrero ''si tratta complessivamente di un primo chiaro segnale di come la lotta all'evasione fiscale serve a ridistribuire il reddito verso chi continua a non arrivare a fine mese. Da questo punto di vista il limite piu' grande di questa manovra -aggiunge l'esponente del Prc- e' l'eccesso di timidezza che si e' registrata sul tema della tassazione delle rendite: la tassazione delle rendite avrebbe infatti permesso di rendere ancora piu' consistente questa operazione di redistribuzione. Si deve anche segnalare come il capitolo relativo alle imprese sia stato realizzato a costo zero. Adesso -auscpica il ministro- si tratta di lavorare ai collegati della Finanziaria e in particolare a migliorare il pacchetto sul welfare''.

Positivo il giudizio dei Verdi, che incassano ''buone misure'' per l'ambiente e ''una positiva attenzione alle fasce piu' deboli''. "E' stata premiata -spiega il ministro dell'Ambiente, Pecoraro Scanio- l'azione dei Verdi e dell'area arcobaleno che ha molto lavorato in questa direzione". "Mi auguro -auspica il leader del Sole che ride- che ora nel passaggio parlamentare sara' possibile ampliare e rafforzare la manovra, cosi' da renderla sempre piu' rispondente al programma della coalizione". Anche per Antonio Di Pietro e' ''una finanziaria importante che noi di Italia dei valori da una parte appoggiamo e appoggeremo e dall'altra cercheremo di migliorare in Parlamento".

"Riteniamo che di fronte a due esigenze fondamentali per il Paese, solidarieta' e sicurezza, e' stata data importanza e positiva risposta sulla solidarieta', e questo viene incontro alle fasce sociali piu' deboli, ma nel contempo sono venuti a mancare i fondi per la sicurezza", avverte il leader di Idv. Per l'ex pm, dunque "il passaggio in Parlamento sara' un momento importante perche' vogliamo che le risorse in favore dei piu' deboli restino nella finanziaria ma ci sono anche le esigenze di risposta ai problemi di sicurezza''. (segue)

(Pol-Leb/Gs/Adnkronos)