FINANZIARIA: DE GREGORIO, DIFESA NON E' PRIORITA' GOVERNO
FINANZIARIA: DE GREGORIO, DIFESA NON E' PRIORITA' GOVERNO

Roma, 29 set. (Adnkronos) - "Questa legge Finanziaria, ancora una volta, punta al taglio delle risorse per la Difesa, un taglio definito 'strategico' non si intende bene per chi e per cosa. Da una parte, si assiste all'impossibilit di evitare il taglio dei volontari, elemento di forte preoccupazione per il mantenimento di questo modello di Difesa, e dall'altra alla contrazione delle risorse per l'esercizio che, stavolta, ridurr le Forze armate all'emergenza di una situazione terribile, fino a rendere critico perfino il mantenimento degli attuali impegni interni e internazionali". Lo ha sottolineato Sergio De Gregorio, presidente della commissione Difesa del Senato e leader nazionale del movimento politico Italiani nel mondo.

"E perfino l'industria della Difesa, che in Romano Prodi aveva identificato l'alfiere di una potenziale ma illusoria rinascita, si accorge che la performance di stanziamento dello scorso anno stata un episodio che non trova poi riscontro in una stabilit di comportamento: dall'incentivazione degli esodi per i sottufficiali in et, alle risorse per la formazione del personale e il mantenimento degli attuali, minimi assetti di sopravvivenza, anche stavolta il copione lo stesso. Tutti scontenti -afferma De Gragorio- in attesa che la sinistra radicale tolga il cappio al collo che ha stretto intorno alla sopravvivenza del comparto e che, naturalmente, fino a quando questo esecutivo regger, stringer come in una terribile morsa ogni buona intenzione''. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)